Index Category

si certo, prima va spazzato e aspirato.. ma come lo lavo?qualche utile consiglio per mantenere lucido il tuo pavimento in marmo

i trucchi da adottare per mantenere lucido il tuo marmo

E’ indubbiamente uno dei materiali più pregiati presenti sul mercato, conferisce eleganza e bellezza alle nostre abitazioni e per averlo lucido a specchio occorre un trattamento particolare come la lucidatura del marmo

ma il lucido che si ottiene dopo il passaggio del nostro arrotatore, come si mantiene?

Iniziamo col dire che il marmo è un materiale molto delicato, talmente delicato che basta anche una goccia di limone per rovinarlo e macchiarlo.

Vien da se che la scelta del detersivo è una scelta fondamentale affinché il risultato ottenuto dopo la lucidatura del marmo sia mantenuto nel tempo.

quali detersivi usare per mantenere lucido il marmo?

il consiglio che diamo ai nostri clienti quando ci domandano come pulire il marmo è sempre lo stesso. “detergente neutro“.

Ovviamente non vogliamo metterci a fare una lezione di chimica, tuttavia un minimo di accenno alla “scala del ph” va fatto per comprendere meglio quale detersivo scegliere.

il Ph è una scala di misura dell’acidità e della basicità di una soluzione acquosa. Convenzionalmente il ph assume valori fra 0 e 14 (rispettivamente massima acidità e massima basicità), per farti capire “l’acido cloridrico” ha un ph pari a “0”, la “soda caustica” ha un ph pari a “14” “nel mezzo” troviamo tutti i liquidi ed il loro ph che possono “danneggiare” il nostro bel pavimento in marmo.

Un liquido con un ph neutro è ad esempio l’acqua distillata che “guarda caso” si trova esattamente a metà della nostra scala con un valore del ph pari a “7”.

Tanto per dirtene qualcuna la coca cola ed il succo di limone hanno un ph pari a 2,5 (acido), tant’è che se cadono sul pavimento lo macchiano in modo irrimediabile, il caffè ha un ph pari a 5 mentre l’ammoniaca o la candeggina hanno rispettivamente un ph pari a 11,5 e 12,5 (alcaline e basiche).

Quindi che detersivo è meglio usare per non rischiare di rovinare il pavimento in marmo di casa?

Ovviamente dipende dallo sporco che dobbiamo rimuovere dal pavimento. Se hai fatto lucidare da poco il tuo marmo dovrai occuparti solamente di continuare a mantenerlo nello stato di fatto in cui il professionista cui ti sei affidata lo ha consegnato, quindi un qualsiasi detersivo che abbia riportato nell’etichetta alla voce del ph un valore che si aggira intorno al 7 che è appunto il valore riconosciuto come “ph neutro” andrà benissimo.

Se invece ancora non hai fatto lucidare il marmo (se volessi farlo contattaci ora) e questo risulta sporco e grasso sulla superficie..solo in questo caso sarà consigliabile usare detergenti che abbiano un ph tendente all’alcalino oppure al basico (quindi ammoniaca, candeggina etc).

Si ma alcuni detersivi non riportano il ph sull’etichetta.

Per legge, tutti i detersivi devono riportare nell’etichetta la dicitura del prodotto che viene utilizzato, molti riportano proprio l’indice del ph altri riportano la dicitura “sgrassante” (questo vorrà dire che avremo fra le mani un detersivo con un ph che tende ad avere un valore alto verso la parte alta della nostra scala (da 8 in su) ) oppure “neutro” (intorno al 7) ed è questo il detersivo che dovremo acquistare.

Levigatura Marmo Roma

come lavare il pavimento in marmo

Altra componente essenziale per mantenere lucido il nostro pavimento in marmo è quella di pulirlo nel modo corretto.

In commercio ci sono diverse tipologie di materiali con i quali è possibile pulire il marmo (ma anche il parquet ad esempio) .

C’è il classico “panno da strizzare” (a Roma lo chiamiamo “straccio”) in microfibra ad esempio oppure c’è il mocio.

Noi preferiamo usare il mocio, perchè siamo pigri e ci fa faticare di meno, in ogni caso, qualunque sia il panno che deciderai di usare per lavare il pavimento, sappi che l’acqua dovrà essere cambiata frequentemente, diciamo ogni 10-15 mq.

In questo modo eviterai di trasferire lo sporco da una parte all’altra del pavimento.

Meglio sarebbe se utilizzassi due secchi, uno contenente l’acqua pulita ed il detersivo ed uno nel quale “strizzi” il panno e che quindi conterrà l’acqua sporca (se volessi conoscere altri trucchi e consigli per la pulizia ti consigliamo di visitare il sito www.we-clean.it)

a meno che non lavi il marmo con acqua distillata, asciuga sempre il pavimento!

verissimo, ricordatelo sempre, il trucco finale per poter continuare ad avere un pavimento lucido “come uno specchio” è quello di passare un panno asciutto sulla superficie per rimuovere l’acqua in eccesso.

In questo modo l’acqua non evaporerà e non lascerà sulla superficie i sali minerali che col tempo opacizzano la superficie.

come posso continuare a mantenere lucido il mio marmo?

Purtroppo dobbiamo darti una brutta notizia, per quanto potrai impegnarti a lavare il marmo nel migliore dei modi, hai due nemici che non potrai sconfiggere: Il tempo e l’usura (data dal calpestio).

E’ per questa ragione che abbiamo introdotto sul mercato due tecniche professionali che ti aiuteranno ad avere un pavimento lucido anche dopo anni senza dover dare la cera (che ti farebbe entrare in un circolo vizioso dal quale non usciresti mai più).

Hai mai sentito parlare della “semi arrotatura” o della “lucidatura semplice” del marmo?

Sono le soluzioni scelte da moltissimi clienti che desiderano mantenere lucido il proprio pavimento senza dover spendere un capitale (da 7 a 10€ al mq per intenderci) .

pensiamo di averti snocciolato tutto il nostro sapere riguardo a come pulire il marmo, se avessi consigli da aggiungere scrivici saremo lieti di leggere le tue considerazioni.

clicca qui per scaricare il nostro e-book